Commissioni

Consigliere referente e coordinatore: Ing. Visentin Paolo
Coordinatore: Ing. Busani Giovanni
Consiglieri referenti: Ing. Gambuzzi Augusto
Ing. Silvestri Mario
Coordinatore: Ing. Benatti Federico
Consiglieri referenti: Ing. Iunior Zanotti Andrea
Coordinatori: Ing. Barbolini Luca
Ing. Ronco Vittorio

La Commissione Ambiente è operante dal 2008 e si pone i seguenti obiettivi:

  • Realizzare iniziative utili per il continuo aggiornamento degli iscritti sui principali temi relativi alla normativa ambientale e alle tecnologie per la riduzione degli impatti ambientali, attraverso l’organizzazione di seminari di approfondimento, corsi di formazione e visite guidate
  • Supportare l’Ordine nel relazionarsi con le pubbliche amministrazioni locali sugli aspetti autorizzativi e pianificatori
  • Integrare le proprie attività con quelle di altre Commissioni, data la natura trasversale del tema ambientale che abbraccia molteplici settori (energia, impiantistica, edilizia, pianificazione territoriale, protezione civile);
  • Perseguire una maggiore e diretta partecipazione dei colleghi iscritti, al fine di approfondire le tematiche ambientali e di contribuire ad un mirato interscambio culturale

Chiunque sia interessato a far parte dei lavori della commissione può iscriversi inviando una e-mail al seguente indirizzo: segreteria@ing.mo.it - Oggetto "Commissione Ambiente".

Consiglieri referenti: Ing. Zanasi Andrea
Coordinatori: Ing. Montefusco Gianluca
Ing. Zanasi Andrea

La Commissione Consulenti Tecnici si articola principalmente in due settori:
  1. Quello delle attività svolte dai Consulenti Tecnici del Tribunale di Modena, coordinate dall’Ing. Andrea Zanasi, che si propone di dare ai colleghi suggerimenti su come operare nell’ espletamento di un elaborato peritale, nel comportamento deontologico da tenere con gli iscritti anche di altri Ordini sempre nelle fasi delle operazioni peritali, nella stesura della parcella.
  2. Quello delle valutazioni immobiliari, coordinata dall’Ing. Gianluca Montefusco, che si propone di dare ai colleghi supporto e indirizzi inerenti alla valutazione in generale di compendi immobiliari, con le sua problematiche, settore che si interfaccia con il precedente di cui alla lettera a) in quanto l’attività di valutazione in genere può essere riferita anche alla stima nelle Esecuzioni Immobiliari, Fallimenti e Operazioni Concorsuali in genere.

La Commissione Valutazioni Immobiliari è stata avviata alla fine del 2007 con i seguenti obiettivi:
  • Promuovere e sostenere la figura dell'INGEGNERE VALUTATORE, figura professionale che per formazione e competenza deve collocarsi come riferimento centrale nelle tematiche dell'estimo
  • Fornire il supporto per l'aggiornamento sulla materia delle Valutazioni Immobiliari, specie in un momento di particolare attenzione per queste tematiche a livello internazionale
  • Fornire un supporto metodologico agli iscritti dell'Ordine degli Ingegneri di Modena nello svolgimento di perizie (prossimamente potrebbe essere definito un orario specificamente dedicato a questo servizio)
  • Promuovere la crescita professionale degli iscritti che svolgono valutazioni con attività di formazione relative ai nuovi standard internazionali di estimo (in particolare il Market Comparison Approach)
  • Contribuire a migliorare l'etica e la deontologia professionale nel settore dell'estimo

Attività della commissione svolte:
  • Definizione del CODICE DEONTOLOGICO delle Valutazioni Immobiliari - approvato dal Consiglio dell'Ordine nella seduta del 18/01/2008
  • Partecipazione del Coordinatore della Commissione al corso tenuto all'Università La Sapienza a Roma il 3-4-6 Aprile 2008
  • Organizzazione del Convegno Nazionale sulle Valutazioni Immobiliari "Scenari Attuali e Futuri Verso Metodologie di Stima Riconosciute" svolto a Modena il 4 ottobre 2008 con la partecipazione di oltre 200 persone
  • Partecipazione del Coordinatore della Commissione al Workshop Nazionale "Estimo e Valutazione Economica dei Progetti: Studi e Professione" svolto all'Università di Perugia il 31 ottobre 2008

Attività della commissione in corso di svolgimento:
  • Valutazione possibilità di realizzazione di eventi formativi sugli Standard Internazionali
  • Definizione di incontri specifici per la promozione della figura dell'Ingegnere Valutatore
  • Valutazione possibilità di creare sul sito una sezione specifica per fornire risposte a quesiti nell'ambito dell'estimo
Consigliere referente e coordinatore: Ing. Romani Luca

Di che cosa ha bisogno un giovane ingegnere che decide di iscriversi all’Ordine?

Per un giovane ingegnere neo-laureato o nei primi (dieci) anni di attività lavorativa è fondamentale confrontarsi con altri colleghi per migliorare la propria visibilità e la propria professionalità. L’Ordine è forse il luogo che meglio può assolvere questa funzione. Il Presidente ed il suo Consiglio rappresentano tutti gli iscritti, dando loro la possibilità di condividere esperienze, attingere informazioni, esprimere divergenze, ma soprattutto di partecipare alla vita professionale ordinistica attraverso le diverse commissioni che ne costituiscono il braccio operativo.

Gli obiettivi principali della Commissione Giovani Ingegneri sono quelli di:

  • Accogliere il giovane ingegnere, aiutarlo nell’inserimento nel mondo del lavoro e nell’Ordine, sia come dipendente che come libero professionista, instradandolo nella commissione più vicina alle sue attitudini ed alla sua attività lavorativa
  • Contribuire alle formazione tecnico-culturale degli iscritti, sia collaborando che incentivando l’organizzazione di corsi, convention, conferenze, seminari
  • Incoraggiare i contatti con le altre commissioni dell’Ordine e la partecipazione dei giovani ingegneri alle iniziative da queste proposte
  • Costituirsi come punto di ascolto per il giovane iscritto
  • Discutere tematiche e problematiche, di carattere deontologico, lavorativo e normativo riguardanti soprattutto il neoiscritto
  • Favorire i contatti con l’Università e promuovere incontri con i laureandi, così da far conoscere loro le attività del gruppo e dell’Ordine
  • Promuovere incontri o visite presso le principali realtà industriali del nostro territorio
  • Confrontarsi con le altre attività giovanili degli ordini, regionali attraverso la Commissione Giovani della Federazione Emilia Romagna, nazionali attraverso il Network dei Giovani Ingegneri
  • Organizzare attività che favoriscano l’internazionalizzazione del giovane ingegnere
  • Creare momenti di aggregazione e condivisione anche attraverso l’organizzazione di eventi di svago, ludici e sportivi
  • Mettersi a disposizione del Presidente e del Consiglio per le attività che verranno affidate al Gruppo Giovani Ingegneri

Possono far parte del gruppo tutti gli iscritti all’Ordine che non abbiano ancora compiuto i 35 anni di età.

L’adesione al Gruppo Giovani Ingegneri della provincia di Modena è libera e gratuita ed avviene attraverso richiesta scritta alla segreteria dell’Ordine.

Il Consigliere referente e Coordinatore
Ing. Luca Romani

(i riferimenti per contattare il coordinatore sono disponibili presso la segreteria dell’Ordine)

Consiglieri referenti: Ing. Visentin Paolo
Coordinatore: Ing. Goldoni Marco

La commissione Impianti ed Energia si propone come organo consultivo, messo a disposizione dall'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Modena, e rivolto ad iscritti, aziende private e pubbliche amministrazioni.
Attraverso la Commissione è possibile rivolgere quesiti di natura tecnica in merito a nuove normative, regolamenti tecnici locali e nazionali, finanziamenti in materia di "Tecnologia Energetica" ovvero di quella materia multidisciplinare che coinvolge in pieno la progettazione edile ed impiantistica dei giorni nostri.
Risparmio energetico, Certificazioni energetiche, dlgs 311/06, Impianti fotovoltaici, Solare termico, Cogenerazione, Emission Trading, sono argomenti di particolare interesse per la Commissione che raccoglie osservazioni e richieste di chiarimenti ed elabora pareri tecnici o interpretativi.
La Commissione organizza corsi di formazione e convegni di aggiornamento su proposta degli iscritti interessati.

Per quesiti e/o informazioni scrivere a segreteria@ing.mo.it con Oggetto "Commissione Impianti ed Energia"


Costituzione gruppo di lavoro in tema di acustica

Considerato l'interesse alla creazione di un Gruppo di lavoro che si occupi di acustica e vista la disponibilità della Commissione Impianti ed Energia a coordinarla all'interno della propria organizzazione, si invitano gli iscritti che si interessano e si occupano di acustica, a comunicare il proprio interesse a partecipare, inviando una mail alla segreteria dell'Ordine.
A breve il gruppo stesso sarà convocato in prima seduta per definire gli obiettivi e le attività in merito.

Consiglieri referenti: Ing. Montecchi Carlo
Coordinatore: Ing. Aiello Vincenzo

Componenti: Ing. V.Aiello, Ing. F.Blumetti, Ing. A.Calicetti, Ing. F.Carnabuci, Ing. G.Ciciliano, Ing. C.Ciriaco, Ing. P.Delbuono, Ing. F.Falchieri, Ing. M.Fattori, Ing. P.Felicani, Ing. Massimo Ferrari, Ing. Matteo Ferrari, Ing. S.Ferrrari, Ing. A.Garetti, Ing. R.Grisendi, Ing. C.Gualdi, Ing. A.Guidetti, Ing. L.Indulti, Ing. G.Mari, Ing. C. Miselli, Ing. C. Montecchi, Ing. A.Monzani, Ing. R. Munari, Ing. G.Mungo Zanetti, Ing. C.Pinelli, Ing. A.Raviolo, Ing. L.Romani, Ing. L.Santarelli, Ing. P.Schiavi, Ing. M.Solieri, Ing. S.Sprocatti, Ing. L.Tenneriello, Ing. D.Terletti, Ing. S.Trivellato


Queste pagine hanno lo scopo di dare più visibilità a quella parte di Ingegneri che svolge la propria attività all'interno delle aziende private, della Pubblica Amministrazione e come lavoratori atipici. La Commissione che opera da circa dieci anni con assiduità è da sempre aperta a qualsiasi contributo. Sfruttando tecnologie informatiche come Internet e l'indirizzo e-mail sopra indicato. E' possibile richiedere alla Commissione ogni genere di informazione e chiarimenti a supporto della propria attività di lavoro. Riteniamo in questo modo di contribuire a valorizzare e divulgare la professionalità, le competenze e le specificità dell'Ingegnere oltrepassando il limite dei settori tradizionali e dando spazio a tutti coloro che per scelta o necessità hanno optato per non esercitare la libera professione.

Consiglieri referenti e coordinatori: Ing. Romani Luca
Ing. Iunior Zanotti Andrea
Consigliere referente: Ing. Ascari Mario Arturo
Coordinatore: Ing. Solieri Matteo

Allo scopo di promuovere e valorizzare la professione dell'Ingegnere Informatico e garantire ai committenti la qualità professionale delle attività svolte, presso l'Ordine è istituito un Albo speciale degli Ingegneri Informatici riservato ai soli iscritti all'Ordine in possesso dei seguenti requisiti:

  • specifica formazione tecnica in ambito informatico, dimostrabile sulla base del percorso formativo universitario oppure mediante il superamento di appositi corsi organizzati dall'Ordine
  • adeguato livello di esperienza professionale in ambito informatico, dimostrabile sulla base delle attivitàsvolte per un periodo di tempo non inferiore ai 3 anni

E' inoltre istituita una speciale Commissione Informatica, composta da 7 ingegneri iscritti nell'Albo speciale di cui sopra, eletti ogni 3 anni dagli iscritti all'Albo stesso, il cui scopo è:

  • verificare il rispetto dei requisiti per l'iscrizione all'Albo speciale
  • promuovere corsi di formazione che consentano agli iscritti all'Ordine di perfezionare il proprio livello di professionalità in ambito informatico e di acquisire la possibilità di iscrizione all'Albo speciale
  • promuovere, attraverso l'Ordine degli Ingegneri, l'informazione presso le imprese private, la pubblica amministrazione, ecc. circa i le finalità della Commissione
  • fornire interpretazioni circa le modalità di applicazione del regolamento della Commissione
  • mettere a punto il modulo di riferimento da utilizzare per predisporre la dichiarazione di conformità
  • gestire e regolamentare le elezioni dei membri della Commissione
  • modificare o integrare il regolamento della Commissione

L'ingegnere iscritto all'Albo speciale precedentemente citato deve adottare i principi generali indicati nel regolamento della Commissione al fine di garantire al committente la conformità dell'attività professionale svolta. Tale regolamento definisce l'approccio progettuale e sistemico adeguato ad affrontare questioni di tipo informativo, organizzativo, produttivo, ecc., in modo da assicurare una risposta complessiva e pienamente soddisfacente alle esigenze del committente. Su richiesta scritta e motivata del committente, in presenza della dichiarazione di conformità, è possibile avviare un'attività di controllo e verifica che, mediante un'analisi tecnica e sulla base dell'esame dei risultati effettivamente ottenuti, può accogliere i rilievi sollevati. In tal caso saranno ativati provvedimenti nei confronti dell'ingegnere oggetto dell'attività di controllo.

Consigliere referente: Ing. Gambuzzi Augusto
Coordinatore: Ing. Ferraguti Romano

Componenti: Ing. Marco Bortolamasi, Ing. Marco Artioli, Ing. Giordano Benassi, Ing. Alessandro Casalgrandi, Ing. Dario De Iesu, Ing. Giulio Galizia, Ing. Ivano Lugli, Ing. Carla Miselli, Ing. Arrigo Po, Ing. Piergiorgio Pongetti, Ing. Giuseppe Rattighieri, Ing. Gabriele Zini, Ing. Marco Guercio, Ing. Vincenzo Loiacono.


FINALITA’

La Commissione Ingegneria gestionale e manageriale nasce per offrire uno spazio specifico e opportunità formative agli Ingegneri Industriali Imprenditori, Liberi Professionisti, Consulenti d’Industria e Dirigenti, iscritti all'Albo di Modena. L’obiettivo della Commissione è di ricoprire un settore strategico che si identifica nell’area Gestionale / Manageriale, con particolare riferimento al territorio della provincia di Modena, da sempre ad alta vocazione manifatturiera con figure di riconosciuta eccellenza.


LINEE DI INTERVENTO

Con riferimento all’attività già svolta nel corso dell’anno 2015 nell’ambito dell’area 'Controllo e strategia di gestione’, le aree di ricerca e di formazione previste sono:

  • Responsabilità civile e penale dell’amministratore e del dirigente
  • Analisi finanziaria con taglio operativo
  • Design industriale e impatto sui processi organizzativi
  • Tecniche di comunicazione (in lingua inglese)
  • Analisi delle decisioni strategiche
  • Direzione della progettazione e della produzione.
  • Gli iscritti interessati a far parte dei lavori della suddetta commissione possono iscriversi inviando una e-mail all’indirizzo segreteria@ing.mo.it con oggetto "commissione ingegneria gestionale e manageriale".
Consigliere referente e coordinatore: Ing. Pedrini Daniela

Componenti: Ing. R. Bambini, Ing. M. Barberi, Ing. A. Canossa, Ing. F. Carnabuci, Ing. G. Cattini, Ing. S. Cecoli, Ing. L. Chiantore, Ing. P. Cinti, Ing. G. Fontana, Ing. G. Fontanazzi, Ing. V. Garaffa, Ing. M. Garagnani, Ing. M. Guarcio, Ing. L. Lazzarini, Ing. A. Lugli, Ing. M. Lugli, Ing. R. Maggi, Ing. G.M. Malvasi, Ing. M. Martignon, Ing. G. Miserendino, Ing. R. Nativio, Ing. D. Pedrini, Ing. C. Pellicciari, Ing. A. Po, Ing. P. Poggioli, Ing. S. Raccagni, Ing. R. Ragazzoni, Ing. E. Roli, Ing. F. Silipo, Ing. G. Verzelloni, Ing. V. Zanetti, Ing. G. Zini


Gruppo Ingegneria Biomedica

Coordinatore: Ing. Martignon Marco

Componenti: Ing. S. Cecoli, Ing. V. Garaffa, Ing. M. Garagnani, Ing. M. Lugli, Ing. M. Martignon, Ing. P. Corrado, Ing. E. Roli, Ing. F. Silipo, Ing. R. Nativio

Consigliere referente: Ing. Gambuzzi Augusto
Coordinatori: Ing. Ronco Johanna Lisa
Ing. Fattori Michele

La tradizione ingegneristica rappresenta una ricchezza indiscutibile per il nostro territorio, e il prezioso ruolo svolto dagli ingegneri modenesi nei processi di innovazione tecnologica merita di essere opportunamente valorizzato e incentivato.
Oggi l’ingegnere è sempre più spesso il nodo di una rete che collega università, centri di ricerca, aziende e territorio. Basandosi sulla sua solida preparazione tecnica, l’ingegnere fa da ponte tra il mondo accademico e quello dell'industria; in più, grazie al pragmatismo della professione, l’ingegnere sa affrontare le sfide tecnologiche e i bisogni delle imprese, ricercando a tutto campo le soluzioni migliori e sfruttando in maniera ottimale le risorse a sua disposizione.

Gli scopi della Commissione Innovazione Tecnologica sono quindi:

  • rendere l’Ordine degli Ingegneri di Modena un efficace luogo di incontro tra ingegneri operanti in diversi settori tecnologici (meccanica, biomedicale, ceramica, ICT, ecc.), in modo da favorire processi virtuosi di condivisione ed accrescimento della conoscenza
  • stimolare il confronto tra gli ingegneri e gli altri protagonisti dell’innovazione presenti nel nostro territorio (università, laboratori di ricerca pubblici e privati, centri per l’innovazione e il trasferimento tecnologico, incubatori e poli tecnologici, ecc.)
  • promuovere la cultura della tutela della proprietà intellettuale per proteggere e gestire al meglio il patrimonio di know-how aziendale che si concretizza in brevetti, modelli, marchi, design, ecc.

Chiunque fosse interessato a far parte dei lavori della Commissione Innovazione Tecnologica, può segnalare il proprio interesse dandone comunicazione in Segreteria

Consiglieri referenti: Ing. Pedrini Daniela
Ing. Savoia Stefano
Coordinatore: Ing. Ghedini Dario

Componenti: Ing. Barbi Claudio, Ing. Facchini Jessica, Ing. Ferrara Giovanni, Ing. Guidetti Davide, Ing. Lazzarini Lorenzo, Ing. Monzani Andrea, Ing. Pannone Carmine A., Ing. Restori Alessia, Ing. Roli Giulia, Ing. Salardi Federico, Ing. Scialabba Giuseppe, Ing. Verzelloni Glauco

La Commissione LLPP è un organo consultivo e di lavoro del Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri per i temi legati ai lavori pubblici.

Il lavoro della Commissione è rivolto principalmente a:

  • promuovere il confronto tra iscritti e Pubbliche Amministrazioni:
    • al fine di sviluppare e migliorare le condizioni per un servizio di qualità e il rispetto delle professionalità proposte
    • per la maggior applicazione di procedure di gara capaci di selezionare le migliori professionalità e assicurare un adeguato riconoscimento economico
    • per consentire anche ai giovani iscritti la possibilità di partecipare a gare riservate
  • promuovere l’Organizzazione di corsi di aggiornamento professionale
  • monitorare e diffondere informazioni e normative;

L'Ordine Ingegneri di Modena è convenzionato con l'Osservatorio Provinciale Appalti Pubblici Modena. Chi desidera ricevere le comunicazioni relative all'osservatorio, può inviare richiesta alla segreteria di essere inserito nella mailing list della Commissione Lavori Pubblici dell'Ordine.

Consigliere referente e coordinatore: Ing. Silvestri Mario

Componenti: Ing. Francesco Pulle', Ing. Andrea Zanasi, Ing. Francesco Bursi, Ing. Marco Goldoni, Ing. Ilenia Todeschini

Consigliere referente: Ing. Fonti Beatrice
Coordinatore: Ing. Barberi Michele

La Commissione prevenzione incendi è organo consultivo per il Consiglio dell'Ordine, per gli iscritti e per gli Enti esterni, nella materia specifica, rispondendo ad interrogazioni e richieste di chiarimenti necessarie.
La Commissione ha come obiettivo una più diretta partecipazione degli iscritti all'attività istituzionale, informativa e propositiva dell'Ordine, essa infatti vuole essere punto di discussione delle novità normative e di dubbi interpretativi nell'applicazione delle stesse contribuendo all'interscambio professionale, all'approfondimento di tematiche di interesse ingegneristico e/o di interesse pubblico sulla materia specifica.
Obiettivo della Commissione è quello di raccogliere il parere di ingegneri esperti nella materia ed elaborare documenti, indicazioni formative, posizioni comuni in merito per sottoporle all'attenzione del Consiglio, dei colleghi ingegneri e di Enti esterni che ne facciano richiesta.
La Commissione si propone di seguire strettamente lo sviluppo normativo in materia, proponendo pareri e considerazioni di indirizzo al Consiglio per la successiva trasmissione al Consiglio Nazionale ed ai gruppi di studio costituiti sulla materia a livello nazionale.
La Commissione ha inoltre l'obiettivo di collaborare con gli Enti territoriali e con gli Enti di controllo (USL, Vigili del Fuoco, ecc.) al fine di predisporre delle linee di indirizzo programmatiche.
Compito altresì prioritario è quello di proporre programmi di formazione in materia di sicurezza del lavoro e prevenzione incendi.

E' possibile contattare la Commissione inviando una mail a: segreteria@ing.mo.it con oggetto "Commissione prevenzione incendi".

Consigliere referente: Ing. Romani Luca
Coordinatore: Ing. Colella Tommaso

La Commissione si prefigge l’obiettivo di collaborare con il sistema di Protezione Civile sia a scala locale (Unità Operativa Protezione Civile della Provincia di Modena e Consulta provinciale del Volontariato) che a scala nazionale (Dipartimento della Protezione Civile) e fornire il proprio supporto in particolare nell’approfondimento delle criticità riguardanti il territorio modenese quali rischio idrogeologico, rischio sismico, rischio industriale. La Commissione proporrà un percorso di formazione con organizzazione di seminari e corsi aperti a tutti gli iscritti all'Ordine e promuoverà le attività previste dall’Accordo tra Consiglio Nazionale degli Ingegneri e Dipartimento della Protezione Civile anche allo scopo di costituire un elenco di professionisti qualificati in grado di attivarsi in caso di necessità.
La Commissione infine si prefigge lo scopo di coinvolgere il mondo scolastico modenese riguardo le tematiche della solidarietà e del volontariato e in generale al fine di fare conoscere il complesso sistema di Protezione Civile nei diversi suoi ambiti di operatività sul territorio. Per qualsiasi necessità ci si può rivolgere all’Ing. Luca Romani, in qualità di Consigliere referente della Commissione Protezione Civile e all'Ing. Tommaso Colella, in qualità di Coordinatore.

Consigliere referente: Ing. Fonti Beatrice
Coordinatore: Ing. Raviolo Andrea

Obiettivi e finalità della commissione

Viene istituita la Commissione "Salute e Sicurezza nei luoghi di Lavoro", che vuole essere punto di riferimento per i professionisti iscritti all’Ordine provinciale, per quanto riguarda lo studio, l'approfondimento e l'interpretazione delle tematiche riferite all’Health & Safety in tutte le sue declinazioni.
In particolare, la Commissione si pone l’obiettivo di collaborare con enti istituzionali e organi di vigilanza al fine di predisporre linee di indirizzo programmatiche e inoltrare pareri e considerazioni di indirizzo al Consiglio. L’approccio alla materia, ove possibile, avrà carattere procedurale e privilegerà l’implementazione di Sistemi di Gestione Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro (OHSAS 18001, SGSSL UNI INAIL, ecc..).
Il carattere multidisciplinare degli argomenti trattati prevede che, in occasione delle riunioni, sulla base delle discipline discusse all'ordine del giorno, la Commissione inviti rappresentanti delle altre Commissioni specialistiche, in modo tale da condividere con le stesse il know-how tecnico e le conseguenti soluzioni da proporre.

La commissione, periodicamente o in occasione della emanazione di nuovi disposti di legge, progetterà la didattica e proporrà l’organizzazione di corsi di formazione o seminari a servizio della formazione continua del professionista.

Gli iscritti interessati a partecipare ai lavori sono pregati di segnalare la loro disponibilità alla segreteria dell’Ordine inviando una mail a:segreteria@ing.mo.it indicando nome, cognome e n° di iscrizione all'Albo.

Vi invitiamo anche a visitare l'apposito sito web della commissione.

Consigliere referente: Ing. Fonti Beatrice
Coordinatore: Ing. Fiocchi Giorgio

Obiettivi e finalità della commissione

La Commissione Sicurezza Cantieri è organo consultivo del Consiglio dell’Ordine e risponde ad interrogazioni e richieste di chiarimenti. E' un punto di riferimento e discussione delle novità normative e di dubbi interpretativi nell’applicazione delle normative stesse. La Commissione deve quindi raccogliere pareri mediante discussione ed elaborare documenti su posizioni comuni e sulla propria attività. Collabora con gli Enti territoriali e con gli Enti di controllo (AUSL, DPL, INAIL, ecc). Propone programmi di formazione in materia di sicurezza sul lavoro, con particolare riferimento all’attività che viene svolta in cantiere.

Vorrei comunicare a tutti i componenti della “Commissione sicurezza cantieri” che l’incontro della Commissione, previsto per martedi 7 febbraio, è stato annullato. Il prossimo incontro della Commissione, si terrà martedi 28 febbraio alle ore 18. Seguirà invio dell’ODG. Un cordiale saluto, Giorgio Fiocchi

 

Consigliere referente e coordinatore: Ing. Todeschini Ilenia

Chiunque fosse interessato ad essere aggiornato sull’attività della commissione può inviare una mail all'indirizzo segreteria@ing.mo.it con oggetto "Commissione Strutture Civili" in modo da poter essere inserito nella mailing list.

La Commissione è aperta a qualsiasi contributo. Sfruttando tecnologie informatiche come Internet e l'indirizzo e-mail sopra indicato è possibile richiedere alla Commissione informazioni e chiarimenti a supporto della propria attività di lavoro.

Consiglieri referenti: Ing. Abati Elisa
Ing. Pullè Francesco
Coordinatore: Ing. Bursi Francesco

Obiettivi e finalità della commissione

La commissione urbanistica, trasporti e mobilità ha come scopo per l’urbanistica quello di monitorare la nuove normative edilizio - urbanistiche che vengono promulgate dal livello locale (RUE) al livello regionale (L.R.) al nazionale (D.M. - D.P.R.- D.Lvo ....) e codici o direttive europee, proponendo modifiche normative o nel caso di nuovi strumenti urbanistici locali, quali PSC o varianti al PRG, presentando specifiche osservazioni.
Essendo le normative sempre molto corpose e coinvolgendo ambiti interdisciplinari il lavoro della commissione urbanistica viene condivisa con il Gruppo Tecnico CUP costituito dai rappresentanti delle commissioni urbanistiche dell’Ordine degli Architetti, degli Agronomi, dei Geometri e degli Avvocati, funge da segreteria del Gruppo Tecnico CUP la segreteria degli architetti e vengono anticipati O.d.G. e documentazioni.
Per la commissione trasporti e mobilità il coordinamento delle problematiche relative a questo tema viene svolto assieme agli Ordini delle Provincia di Reggio Emilia e Parma in quanto si può trattare di mobilità rapportandosi almeno ad una scala definita d’Area Vasta che per diversi fattori (distretti industriali, logistica, spostamento persone, rete ferroviaria, ecc....) è stata determinata in proposte che stiamo portando avanti da un biennio con Reggio Emilia e Parma nello specifico con l’approfondimento dei temi relativi alla previsione della Via Emilia-bis, dello scalo merci di Marzaglia e del sistema autostradale emiliano.